Aglione Chianina Enogastronomia Pici

Aglione e ragù di Chianina

Le due eccellenze della Valdichiana per esaltare i Pici.

I pici sono una pasta lavorata a mano originaria della campagna senese, molto simile allo spaghetto, ma più irregolare e grossolana.

Il limite nella scelta dei condimenti per questo tipo di pasta così versatile è solo la fantasia (da provare quelli cacio e pepe o alle briciole). Tra i tanti accompagnamenti, due in particolare esaltano tutta la tipicità territoriale dei pici: l’aglione e il ragù di Chianina; entrambi da provare assolutamente.

Aglione

Aglio e aglione non sono la stessa cosa, e chi ha assaggiato i veri pici all’aglione può ben dirlo. L’aglione è una speciale varietà di aglio, i cui bulbi possono arrivare a pesare anche 500g, contro i 150g dell’aglio comune. Il suo sapore dolce e la sua maggiore digeribilità lo rendono non solo un perfetto sostituto all’aglio, ma un vero e proprio prodotto d’eccellenza capace di arricchire qualsiasi piatto. Non aspettatevi di trovare l’aglione in tutti i supermercati; l’aglione è un ortaggio piuttosto raro e lo si coltiva soltanto nella sua zona d’origine: la Valdichiana. Inoltre ad un perfetto sugo all’aglione non può mancare: olio extra vergine di oliva (quello buono), pomodori a km 0 e, se volete, un po’ di peperoncino fresco.

Ragù di Chianina

Il condimento per i pici della domenica, il sugo che meglio si presta alla “scarpetta”. Il picio sembra nato per essere gustato con il ragù di carne, e in Valdichiana Senese la carne per eccellenza è quella di Chianina. Amanti dei sughi veloci, astenetevi dal preparare il ragù di Chianina; questa carne, incredibilmente tenera e saporita, ha bisogno di una cottura lenta per mantenere al meglio le sue eccellenti caratteristiche. Un consiglio: non abbiate paura di abbondare con le quantità. I pici al ragù sono ottimi pure riscaldati il giorno dopo!