fbpx
Calendar
dicembre: 2018
L M M G V S D
« Ott    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  

Latest Blog

    No result found.

About us

Nisl posuere phasellus potenti sem senectus mattis.

Val d’Orcia

Val d’Orcia

Proprio al confine con la Valdichiana Senese, c’è un luogo dove l’Umanesimo passa da essere pensiero filosofico ad espressione naturale, dove i lunghi filari di cipressi coprono dolci colline che l’uomo è riuscito a plasmare dando vita a un paesaggio unico.

Stiamo parlando della Val d’Orcia.

Definita “luogo dove è nata la cultura del paesaggio”, la Val d’Orcia nel 2004 è stata dichiarata patrimonio UNESCO.  Non solo, ma l’estrema bellezza e la natura che si possono ammirare in questi luoghi, hanno fatto sì che diventasse anche uno dei paesaggi simbolo dell’Italia nel mondo.

La Val d’Orcia però, non è solo paesaggio. A rendere unica questa porzione di territorio a diretto contatto con la Valdichiana Senese, infatti, sono anche i piccoli borghi, dove ancora oggi si respira quell’autenticità tutta Toscana.

PIENZA: Assieme alla Val d’Orcia, Pienza è uno dei quattro luoghi della provincia di Siena riconosciuto Patrimonio Mondiale dell’Umanità sotto la tutela dell’UNESCO.

SAN QUIRICO D’ORCIA: Superata Pienza, sul confine settentrionale della valle, troviamo San Quirico d’Orcia. Il centro storico è protetto da una cinta muraria che custodisce i suoi gioielli. Tra questi la Collegiata dei Santi Quirico e Giulitta con i suoi magnifici portali romanico-gotici, la chiesa della Misericordia, il Palazzo Pretorio, il Palazzo Chigi e la chiesa di Santa Maria di Vitaleta. La visita continua con gli Horti Leonini, dei giardini all’italiana sistemati intorno al 1540 da Diomede Leoni, che ospitano esposizioni di scultura contemporanea. L’itinerario si completa con la visita alla chiesa di Santa Maria Assunta, il Giardino delle Rose e l’antico Ospedale della Scala.

CASTIGLIONE D’ORCIA: Continuando tra i paesaggi troviamo Castiglione d’Orcia, borgo al confine con le foreste del Monte Amiata. Centro del borgo è la piazza dedicata al pittore e scultore Lorenzo di Pietro detto Il Vecchietta, con il pozzo in travertino del 1618 e il Palazzo Comunale. Notevoli le chiese di Santa Maria Maddalena, e dei Santi Stefano e Degna. Dominano il centro i resti della Rocca Aldobrandesca e la magnifica Rocca a Tentennano.

RADICOFANI: Situata sul confine meridionale della Val d’Orcia, troviamo Radicofani. Il borgo medievale custodisce una delle più antiche e imponenti fortezze della Toscana che, per anni, ha controllato  il confine tra il Granducato di Toscana e lo Stato Pontificio. Dalla torre si gode di uno straordinario panorama sulla Val d’Orcia, l’Amiata, l’Appennino e i laghi Trasimeno e di Bolsena.  Proprio sotto il  castello, passa la Via Cassia, celebre per i pellegrinaggi. Una strada che serpeggia tra i calanchi porta al borgo medievale di Contignano.

MONTALCINO: Borgo di architettura tardo medievale, abitata in epoca etrusca e romana. Conteso da Firenze e Siena, Montalcino si sottomise a Siena dopo la battaglia di Montaperti. Da quel momento i senesi fecero della cittadina uno dei capisaldi difensivi della Repubblica di Siena. La rocca che testimonia questo importante periodo della storia di Montalcino è tutt’oggi visitabile. Il centro storico è caratterizzato da monumenti medievali e rinascimentali.

 

Mappa del luogo